COPERTINAmarzo17

Rivista #04 2017

Clicca per leggere
  • koden.jgp
  • maccari.jpg
  • salon-peche-loisirs-aquatiques
VERGA-Plast
DELFINO 520
SALON PECHE LOISIRS AQUATIQUES
Ippodromo di Cagnes sur Mer / 21-22-23 Aprile 2017
BIG GAME ANZIO-NETTUNO
12-13-14 Maggio 2017

TRAINA: CAMBIO DI STRATEGIA

Postato in Magazine

Di Domenico Craveli

cambio strategia 1

Quando il cambio di stagione avviene in modo brusco, con connotati molto diversi rispetto a quello che succedeva al nostro mare anni fa, quando si passava dall’inverno alla primavera in modo graduale, il trainista si trova di fronte uno scenario inedito. Correnti fortissime che alterano i flussi di marea, meteo imprevedibile, e salti barometrici che influiscono in modo irregolare sull’attività dei pesci.  Pescare i predatori in questo contesto è molto complicato.

Quando l’acqua progressivamente si riscalda, passando dai minimi stagionali a valori primaverili, specie in superficie, il mare si trova in un tumulto di correnti che scorrono a velocità e direzioni diverse, rendendo la pesca davvero complicata. I pesci, salvo particolari situazioni, si portano a batimetriche profonde, dove, per stare correttamente in pesca, sono necessarie alcune accortezze.

Per l’articolo completo Vai al magazine! ->

LA SCELTA DEL MULO

Postato in Magazine

Di Umberto Simonelli

la scelta del mulo 1

Chissà per quale strana coincidenza, quando ci riferiamo al mulinello chiamandolo mulo, sia inevitabile il pensare all’infaticabile quadrupede. Forse perché proprio al mulinello spetta il gravosissimo compito di recuperare, di forza, la preda, svolgendo un lavoro assai complesso.

Per l’articolo completo  Vai all'articolo! ->

ESCHE NON CONVENZIONALI

Postato in Magazine

Di Michele Prezioso

esche non convenzionali 2

Se ci siamo fatti l’idea che i nostri sparidi dentuti banchettino solo a suon di seppie e calamari, allora le nostre convinzioni riguardo questi pesci andranno radicalmente riviste. Aver provato innescando piccoli o grandi pesci senza aver avuto risultati non certifica che queste non funzionano, perché pescare con questa tipologia di esche vive vuol dire non solo saper individuare quelle migliori ma, soprattutto, come pescarci. Perché diversamente porteremo solo pesci al guinzaglio.  


Per l’articolo completo Vai al magazine! ->

SPECIALE SURF CASTING 3

Postato in Magazine

Di Domenico Craveli e Dario Limone

000 copertina speciale surf

I mesi corrono, e siamo all’atto terzo del nostro appuntamento… speciale!

L’avvicinarsi della bella stagione non fa che restringere lo spazio temporale in cui sperare in qualche bella mareggiata per praticare la propria passione, nelle condizioni più giuste da surf casting. Ma anche nelle situazioni più morbide, è possibile concretizzare belle catture. Aprile infatti rappresenta il cambio di stagione, dove saraghi e spigole passano il testimone a mormore ed orate.

Anche il “paniere” delle esche è stravolto. Vermi e anellidi, come arenicola ed americano, che mal sopportano le condizioni di forte mosso, iniziano invece a diventare una scelta obbligata, perché salvo rari casi, o zone selvagge, bocconi consistenti come seppie e tranci di pesce, non sono più il meglio da proporre.

Il repentino cambio di temperatura atmosferica, le maree forti dei periodi di equinozio, rendono comunque anche il mare calmo, un’ alternarsi tumultuoso di correnti, che di certo complicano la pescata. I periodi di attività sono brevi e concentrati in momenti della giornata non facilmente determinabili a priori. In questo periodo, infatti, un ottimo punto di marea, o una fase lunare propizia, non basta ad evitare sonori ed inspiegabili cappotti.

In ogni caso, rispolveriamo le attrezzature leggere, ed iniziamo a frequentare le spiagge anche di giorno, perché con il sole allo zenit… tutto è possibile.

Buon inizio di  stagione

 Per l’articolo completo Vai al magazine! ->