HeadLamp Rechargeable TB-1003

Impossibile non avere sempre con se una  buona sorgente luminosa, quando si è a pesca dalla barca o da terra durante le sessioni notturne di surf casting o di pesca ai calamari. Molte le proposte sul mercato, tanto da rendere difficile una scelta consapevole. E’ indispensabile , tra i modelli frontali in vendita, individuare quella che meglio si adatti alle nostre esigenze di pesca. Tra le caratteristiche  da considerare ci sono in primo luogo l’autonomia e la potenza luminosa. Poi l’ergonomicità, ovvero la presenza di comandi i semplici ed intuitivi, azionabili con una sola mano, anche in condizioni climatiche poco favorevoli, come in inverno, quando il freddo  rende tutto più complicato o con le mani bagnate; non ultime robustezza e affidabilità, oltre che la presenza di tecnologia led. Nella ricerca di un prodotto all’altezza delle nostre esigenze, abbiamo provato, in diverse sessioni notturne, tanto da terra che dalla barca, la TB-1003 della Tubertini. Una ottima e potente torcia frontale, leggera e comoda da indossare, equipaggiata con un buon sistema di regolazione dell’ampiezza del fascio luminoso, in grado di soddisfare la possibilità di illuminare ampie superfici da molto vicino, indispensabile in barca, o produrre un fascio concentrato capace di “sfondare” il buio della notte. Addirittura abbiamo calcolato che è possibile arrivare a illuminare bersagli distanti oltre i 150 mt, questo grazie ad una ottica eccellente e un led incredibilmente potente e di elevata temperatura colore. Ovvero capace di generare una luce molto bianca che proprio grazie a questa caratteristica riesce ad offrire prestazioni eccellenti. C’è anche da dire che il Led usato è prodotto dalla Cree, azienda leader mondiale nel settore dell’illuminazione. Led che è in grado di produrre un fascio luminoso della potenza di ben 160 lumen, con un bassissimo consumo, a tutto vantaggio dell’autonomia. Altro plus di questa headlamp è il potente pacco batterie ricaricabile in dotazione. Quindi non più pile e soprattutto non più il rischio di scordarsi quelle scariche nella lampada e soprattutto un non trascurabile risparmio.

Di Umberto Simonelli