Un indicatore di… livello, Wave bilgeSwitch

Uno dei punti nevralgici dell’impiantistica nautica sono gli impianti di sentina e la gestione delle pompe; ed uno, in particolare, è il sistema di automatismo deputato ad azionare la pompa in modalità automatica, tanto in caso di acque meteoriche che di infiltrazioni o falle. E’ evidente che il comando automatico deve avere un’affidabilità totale; rimanendo generalmente inattivo per molto tempo ed operando in un ambito molto aggressivo come quello della sentina in cui, malgrado tutto, si concentrano olii, carburanti e fortissima umidità, va soggetto spesso a guasti. Ne esistono di molte tipologie, ad ampolla di mercurio, integrati nelle pompe stesse o del tipo elettronico. Comunque, tutte le tipologie finora in commercio hanno manifestato la necessità di frequente manutenzione e una durabilità limitata nel tempo. A tutti sarà capitato, infatti, di accorgersi solo quando serve che il meccanismo si è bloccato o di avere partenze inopportune, con il rischio di scaricare le batterie; soprattutto nelle versioni elettroniche tradizionali.

Wavelectron da tempo produce una nuova generazione di sensori di livello, caratterizzati da un funzionamento intelligente e da una affidabilità totale. La famiglia Wave bilgeSwitch è caratterizzata da una tecnologia innovativa e da una costruzione totalmente stagna, anzi sommergibile e resistente all’ambiente aggressivo delle sentine. Grazie all’insolita lunghezza dei sensori, costituiti da due steli in filo di acciaio inossidabile, riescono a controllare meglio la presenza di acqua in sentina, grazie ad una adattabilità completa. Infatti, la loro lunghezza può essere regolata secondo le esigenze della forma delle sentine e dei livelli da rilevare.

 

 

I due modelli : il nero tradizionale ed il rosso in grado di generare un segnale di allarme nel caso che la sentina non si svuoti.

 

Gli apparecchi sono totalmente stagni, grazie all’elettronica protetta da speciali resine.

Ne vengono prodotti due modelli; uno, definibile “tradizionale”, che attiva direttamente la pompa, anche di grande portata e quindi con assorbimenti elettrici importanti, grazie ad un relais interno dotato di contatti superdimensionati. L’altro, “intelligente”, pur conservando le stesse caratteristiche elettriche, riesce a percepire l’efficienza del sistema di svuotamento, attivando anche un secondo segnale, che può innescare un allarme esterno, quando il livello non scende entro un certo periodo. Non è raro, infatti, che la portata delle pompe possa essere insufficiente rispetto alla importanza della falla o persista un guasto od una parziale ostruzione.

Ancora una volta la sicurezza è il motivo conduttore della produzione Wave Electron, oltre all’elevato rapporto qualità prezzo che caratterizza il prodotto, destinato a offrire un’alternativa nuova e risolutiva agli attuali comandi automatici delle pompe di sentina.

Umberto Simonelli

Per maggiori informazioni:www.wavelectron.it