VIII BIG FISH TOURNAMENT

Isola di Ventotene 24/25 Luglio 2014

DSC 31160010

Si è svolta con un successo a dir poco totale, nelle acque di Ventotene, l’ottava edizione del Big Fish Tournament. Malgrado un forzoso rinvio dovuto al maltempo alla settimana seguente, il 24 ed il 25 Luglio u.s., ben 35 imbarcazioni  e relativi equipaggi si sono sfidate, alla ricerca del pesce più grande.

Trentacinque agguerritissimi equipaggi, provenienti anche da mari lontani come la Sardegna, non hanno saputo rinunciare al piacere di trovarsi e ritrovarsi nel mare pescoso e meraviglioso dell’Arcipelago Pontino, determinati a sfidarsi, con la tecnica della traina d’altura.

Ventotene e le imbarcazioni al Porto Romano

L’isola di Ventotene, l’accoglienza degli abitanti , il mare calmo e soprattutto la perfetta organizzazione di Nestore Grassucci e di sua moglie Nicla, hanno confermato per l’ottavo anno la fortuna di questo evento che oramai è da considerarsi l’appuntamento “must” per gli appassionati della pesca off-shore.

La gara

Durante questa edizione il mare è stato tutt’altro che avaro, regalando agli esperti equipaggi moltissime catture di pesci di pregio, per un totale di ben 62 pesci tra alalunghe, tonni rossi ( tutti tassativamente rilasciati) aguglie imperiali e ben due pesci spada.

nestore-grassucci-premiazione-ventoteneNestore Grassucci apre la premiazione

La classifica ha decretato titolare della postazione più alta del podio l’imbarcazione Sciambola, già all primo posto nella scorsa edizione. Un equipaggio venuto dalla lontana Sardegna, composto , dall’armatore Quirico Taras con il figlio Giancarlo, giovane angler di 10 anni, Maurizio Taras, Fernando Pianu e il Campione del Mondo Franco Bellini.

Sciambola l’equipaggio 1° classificato:  Paolo Castelnuovo, consegna a Giancarlo Taras, il più giovane angler della manifestazione, la coppa offerta da GlobalFishing Magazine.
FearFish, equipaggio proveniente da Ostia, ritira il 3° premio.

Ecco la classifica dei primi 10 equipaggi:
1° Sciambola
2°  Sesaccia
3* Fear Fish
4° Oblok
5° Monica 4
6° World Cat
7° Il Franchino
8° Caracol
9° Conga
10° White Out

Alcuni degli equipaggi con le prede della prima giornata.

Per dovere di cronaca dobbiamo citare il primato dei pesci più grandi che vanno agli equipaggi di For..Tuna e Indiana, rispettivamente con un aguglia imperiale di ben 22 kg e una alalunghe di 15.

Non solo pesca

Preparazioni di tutto rispetto, che qualificano i concorrenti anche ottimi cuochi!

Ma le gare non sono  si sono limitate a quelle di pesca, perché l’ineffabile Nestore, ha tirato fuori dal suo cilindro una impensabile quanto geniale sorpresa . Un contest “ culinario” che ha visto protagonisti i pescatori in una “gara di crudo” …  Obbiettivo, appunto,  la creazione di piatti di crudo originali per presentazione e accostamenti.

Marco Alessandrini vincitore della “gara di crudo”.

Gli angler non hanno temuto il confronto e quasi tutti si sono cimentati dando il meglio della loro creatività. Il primo premio è andato a Marco Alessandrini ben conosciuto nell’ambito romano non solo come ottimo pescatore ma anche come eccellente gourmet ed esperto di cucina.

Paolo Castelnuovo