Palamita al forno

Di Laura Curtarelli

La Palamita è un pesce che può essere veramente definito, a pieno titolo, un pesce sportivo… il nuoto potente e veloce e le reazioni nervose e imprevedibili con cui combatte ne fanno una preda in grado di dare filo da torcere anche al più esperto dei pescatori. E, come se non bastasse, al terribile dentatura mette a dura prova ogni terminale tanto da rendere incerta la sorte ogni strike. Si può insidiare in traina sottocosta o in drifting leggero e la sua pesca per molti appassionati è un vero culto.

Sebbene rappresenti una preda di valore non sempre tanto valore le viene riconosciuto in tavola e purtroppo a torto. Perché pur appartenendo alla famiglia degli sgombri, questo pesce ha carni molto chiare e delicate che, se sapute cucinare, potranno darci delle soddisfazioni notevoli.

Questa volta proporremo una preparazione che abbiamo sperimentato con successo e che coniuga perfettamente semplicità di preparazione e autenticità di sapori.

Cosa serve

  • Una teglia da forno
  • Carta forno
  • Alluminio in rotolo
  • Padella antiaderente

Gli ingredienti (per 4/6 persone)

  • Una palamita di circa 2 kg
  • Aglio: 2 spicchi
  • Patate: 4/5 di misura media
  • Pinoli: un cucchiaio
  • Olive nere: 15
  • Pomodorini: 10
  • Basilico: abbondante
  • Vino bianco: un bicchiere
  • Olio e.v.o
  • Sale e pepe

La preparazione

Nella padella antiaderente farete soffriggere l’aglio con abbondante olio; dopo aver levato gli spicchi d’aglio e ridotto le patate a rondelle sottili, le stuferete a fuoco vivo, con le olive i pinoli e il basilico, sfumando con mezzo bicchiere di vino, fino a metà cottura.

Dopo aver accuratamente pulito la palamita ne ricaverete 2 filetti che priverete della pelle e delle parti scure e che ridurrete a cubetti grossolani. Li metterete a marinare in una terrina con olio, il mezzo bicchiere di vino, sale e pepe per 30 minuti. Successivamente, dopo aver aggiustato di sale, pepe e olio, mescolerete accuratamente affinchè il composto si amalgami in modo completo.

Adagerete un foglio di carta forno sulla teglia e vi verserete, in modo raccolto, le patate e i cubetti di pesce. Per garantire la dovuta umidità durante la cottura, distribuiremo in superficie i pomodorini tagliati a cubetti ; ricopriremo il tutto con un foglio di alluminio e raccoglieremo i bordi della carta forno in modo da creare una sorta di cartoccio e inforneremo a circa 180°C per 20/30 minuti.

A fine cottura le patate devono presentarsi quasi del tutto sfaldate, avvolgendo i cubetti di carne che dovranno rimanere morbidi e saporiti.

Una buona bottiglia di bianco, magari un Vermentino di Gallura o una Falanghina del Sannio,   valorizzeranno i sapori semplici di questo piatto.

 

Buon appetito.