Ravioli di Dentice

Vi assicuro che la freschezza nobilita ogni pesce anche quello più modesto, che se adeguatamente cucinato può sorprenderci con straordinari sapori; ma se il pesce è addirittura un superbo dentice, appena pescato, allora ci troviamo al cospetto di una vera prelibatezza che deve essere gustata a pieno, celebrando la fortunata opportunità con tutte le attenzioni gastronomiche del caso.

E come ogni bene prezioso, anche questo, deve essere valorizzato il più possibile senza che nulla vada sprecato; ed è con questa filosofia che ho messo a punto una ricetta che vede protagonista le lisca di un bel dentice, precedentemente sfilettato, che ho accuratamente conservato e che ho sfruttato come ingrediente principale di un ripieno con cui ho farcito dei ravioli che hanno allietato la cena di fine anno. E il risultato, decisamente interessante, ha rappresentato un ulteriore “onore delle armi” a questo pesce.
Ed ecco così i ravioli di dentice di cui vi propongo la ricetta per 8 persone.

Ingredienti per la farcia:

 
  • Una lisca con tutta la testa di un pesce di circa 3Kg
  • Pomodori ciliegina circa 5
  • Sedano
  • Cipolla
  • Basilico
  • Carota
  • Patate 3 di dimensioni medie
  • Ricotta di pecora 2 cucchiai
  • Pomodori secchi 6
  • Olio evo q.b.
  • Sale e pepe
  • Noce moscata
  • Uova 2
 

Ingredienti per il sugo:

  • Pomodori pelati
  • Olio evo
  • Cipolla
  • Sedano
  • Carota
  • Sale
  • Parmigiano grattugiato a piacere                          

Ingredienti per l’impasto:

  • Farina di grano duro 400gr
  • Uova 2
  • Sale un pizzico
  • Olio un cucchiaio
  • Acqua qb

Preparazione:

Bollire le patate in acqua salata.
In una padella antiaderente a freddo mettere la lisca, spezzata in più parti, con tutti gli ingredienti,tagliati grossolanamente, lasciando da parte la ricotta e la noce moscata; fate andare a fuoco medio fino a quando non sarà stata raggiunta la cottura.
Lasciare raffreddare e poi spolpare testa e lisca; la carne così ricavata andrà passata al tritacarne, con le patate e i pomodori secchi cotti, il basilico fresco, aggiungendo sale, pepe, noce moscata ,la ricotta e le uova. L’impasto dovrà avere una consistenza media.
Impastare la farina con le uova il sale, l’olio e acqua tiepida fino ad ottenere un impasto morbido e compatto, da cui andrà ricavata una sfoglia dello spessore di meno di un millimetro.
Ritagliare dei tondi del diametro di 12 cm circa, che farciremo con il ripieno e che chiuderemo su se stessi, spennellando un po’ di uovo sui bordi per sigillare meglio.
 
In una padella antiaderente faremo un semplice sugo, con olio, cipolla, carota, sedano e basilico, che porteremo ad una cottura media senza “tirarlo”.
In molta acqua salata in ebollizione, dove aggiungeremo dell’ olio, lesseremo velocemente i ravioli, che poi condiremo con il sugo ed il parmigiano.

Una ricetta forse appena laboriosa il cui risultato, credetemi, vi ripagherà pienamente della fatica.

Non dimenticate un buon vino, servito alla giusta temperatura, che esalti i sapori e corrobori gli animi.
Buon appetito.