Sugo alle uova di spigola

Di Laura Curtarelli

La spigola è un pesce di elevato valore gastronomico ma anche di elevato valore sportivo. Per la regina i pescatori sono disposti a sobbarcarsi lunghe attese nel freddo intenso dell’inverno. E celebrarne la bontà è quasi superfluo, perché le sue carni pregiate non temono confronti in quanto a delicatezza e al tempo stesso sapore. Ma a volte le nostre prede ci regalano ulteriori emozioni culinarie, grazie a parti più nascoste e meno conosciute. Parliamo delle uova che, anche in questo caso,rappresentano per i gourmet una vera e propria leccornia. Non tutti le apprezzano ritenendole a torto semplici interiora. Nulla di più sbagliato perché le uova della gran parte dei pesci, se opportunamente preparate, sprigionano degli aromi e dei sapori che ci faranno inebriare letteralmente del sapore del mare. Farne, ad esempio, un semplice sugo per condire un buon piatto di pasta è una preparazione di una semplicità tale da essere alla portata di tutti, ma soprattutto con risultati straordinari.

Gli ingredienti

Procurarsi delle uova di spigola, caratterizzate da un sapore estremamente delicato, non è facile; reperirle in pescheria è assai raro, pertanto dovremo rassegnarci a quello che una fortunata cattura invernale ci potrà concedere. Ad ogni modo le materie prime sono davvero semplici e presenti in ogni cucina.

  • Uova di spigola
  • Due spicchi di aglio
  • Olio extravergine di oliva
  • Pomodori ciliegino o meglio “pomodorini del piennolo” originari delle zone del Vesuvio
  • Sale

La preparazione

In una padella antiaderente faremo saltare i due spicchi d’aglio che poi leveremo appena avranno rilasciato la loro essenza.

Nell’olio ben caldo mettiamo il pomodoro tagliato in listarelle e lo faremo appassire sfumando appena con poca acqua.

Appena sarà cotto, ma senza esagerare perché deve conservare la sua giusta freschezza e una leggera acidità che bilanci la dolcezza delle uova, apriremo delicatamente la sacca e con un cucchiaino aggiungeremo il contenuto al sugo.

Mescoleremo con un cucchiaio di legno per distribuire in modo omogeneo le uova e spegneremo il fuoco. La cottura sarà di pochi secondi. Non resta che condire la pasta, la cui scelta sarà del tutto personale.

 
 
 
 
 
 
Una bella “calamarata” di grano duro o delle buone linguine potrebbero rivelarsi un’ottima scelta.
Buon appetito