Rotante vs fisso

Un argomento la cui trattazione tecnica è molto ampia, per non parlare poi delle convinzioni personali che giustificano le scelte di ognuno. Pertanto analizzeremo in modo molto schematico puntualizzando i vari pro e contro; come valutazione iniziale teniamo presente che  l’uso del mulinello rotante richiede un apprendistato maggiore rispetto al fisso, cosa che ne rende l’uso meno intuitivo ed immediato.

 

 

Il Rotante

Gli svantaggi:

  • Facile rischio di  imparruccamento, soprattutto durante i lanci con  vento frontale, sebbene oggi con l’introduzione di freni magnetici ed altro è possibile un maggior controllo della velocità di rotazione  della bobina. A fine lancio è importante imparare a controllare la rotazione della bobina frenandola
  • Il posizionamento della manovella non sempre è reversibile e questo può essere sfavorevole per alcuni.
  • Con il rotante gli  anelli guidafilo della canna sono posti verso l’alto, questa posizione tende a farla ruotare tra le mani; quindi il recupero richiede l’inevitabile uso di una pancera da combattimento o quanto meno indispensabile impugnare saldamente la canna.
  • Il rotante obbliga all’uso di canne specifiche.
  • La manutenzione a più complessa.

I Vantaggi:

  • Si possono effettuare lanci più lunghi, perché, invece  di quanto accade col fisso, all’uscita il filo con incontra attriti sulla bobina.
  • Il filo si stressa di meno in fase di recupero, perché non c’è il rullino guidafilo come nel fisso.
  • Si possono usare fili di grosso diametro senza il problema delle spire che, nel fisso, rallentano l’uscita.
  • Generalmente i rotanti hanno, a parità di libraggio, dimensioni più contenute rispetto ai fissi, consentendo un migliore stivaggio.
  • Il filo in fase di recupero non subisce torsioni.
  • Generalmente hanno un peso contenuto a tutto vantaggio del trasporto.

IL FISSO

Gli svantaggi:

  • L’attrito delle spire con gli anelli guidafilo riduce la distanza di lancio.
  • Il rullino guidafilo, anche se dotato di anti twist ( anti attorcigliamento)e cuscinetti sull’alberino, stressa comunque il filo.
  • L’uso di fili di grosso diametro penalizza la distanza di lancio e riduce la quantità di filo a disposizione.
  • I fissi sono generalmente pesanti e voluminosi, quindi a volte anche sproporzionati, rispetto alle leggere e potenti canne che si usano oggi, quando è fondamentale avere un complesso pescante ben bilanciato.

I vantaggi:

  • Facilità nel lancio e nel recupero e quindi consente una gestione del lancio più intuitiva
  • Facile manutenzione
  • Non fa rotare la canna, sul proprio asse, tra le mani, in fase di recupero.
  • Non richiede l’uso di pancere da combattimento.